savinopaolella.com logo

La rivoluzione tecnologica e di mercato è in atto ma pochi la notano....

date » 25-04-2017 19:07

share » social

Canon e Nikon da decenni dominano la fotografia amatoriale e professionale. Le loro reflex digitali hanno conquistato mercati enormi, e chiunque ha provato a fare loro concorrenza si è scottato ed ha abbandonato il segmento reflex. Marchi importanti come Samsung, Pentax, ed altri hanno preferito uscire praticamente dalla bagarre, mentre altri, quali Sony, Fuji, Olympus, hanno innovato, hanno capito che con le pseudo-reflex con gli specchi al posto del pentaprisma, tutta plastica e look professionale, c'era poco da combattere. Già, ma col digitale a cosa servono lo specchio e il pentaprisma? Le videocamere da sempre hanno il mirino elettronico. Stai a vedere che nasce un nuovo standard, il "mirrorless", appunto. Ed ecco nuovi formati come il 4/3 e il micro 4/3, ma soprattutto nuovi corpi macchina più piccoli e leggeri, a ottiche fisse o intercambiabili, tutte senza pentaprisma e senza specchio, quindi più semplici ed economiche. Oggi la crescita del segmento è notevole, a scapito delle reflex, a mio avviso destinate a nicchie di mercato per poi sparire. La domanda è solo sui tempi, spariranno in 2-3 anni o in 5-6? e poi: Canon e Nikon cosa fanno? Questa è una domanda lecita, visto che sembra stiano dormendo sugli allori, sottovalutano le mirrorless, arroccati su posizioni di dominio che però adesso scricchiolano. Rispondono con reflex sempre più performanti oppure sempre più simili a giocattoli, ma non più superiori alle mirrorless moderne. Sony, che ha appena superato Nikon nelle vendite di FF, è appena uscita con la nuova full-frame A9 che non teme nessuna reflex sul mercato, e lo stesso ha fatto un costruttore "tradizionale" come Leica, che 2 (e dico DUE) anni fa è uscito con la SL, mirrorless full-frame professionale in grado di montare interessanti ottiche specifiche ma anche tutta gamma di lenti M in circolazione. E la Leica Q, FF con ottica fissa 28/1.7 Summilux qualitativamente inarrivabile. Per non parlare di Olympus, che con la serie OM-D ha rinfrescato le glorie del passato proponendo mirrorless piccole, belle e dotate di un parco ottiche ben studiato e completo. E sono a livello delle reflex FF, se non superiori, viste le dimensioni ridotte e la portabilità ben superiori.
E Nikon? Già faceva fatica a stare dietro a Canon, adesso è staccata anche dai produttori di mirrorless.... E Canon? È un chiaro esempio di arroganza e cecità del reparto marketing, la stessa cecità che ha portato Nokia e Blackberry da leader a sparire in 10 anni, incuranti del mercato che andava dall'altra parte, arroganti e incapaci di cogliere il cambiamento, inventato da altri. Certo, Nikon e Canon arriveranno presto alle loro mirrorless, ma a meno che non siano qualcosa di davvero innovativo, mai visto prima, saranno dei followers, inseguiranno una rivoluzione inventata da altri...
In sintesi, io oggi non investirei un centesimo su prodotti Nikon o Canon, destinati all'obsolescienza rapida, mentre guardo con interesse e curiosità chi innova e rinnova: Leica in primis, ma anche Olympus e Sony. Così la vedo io, ma i numeri sono lì a confermare le mie opinioni.

Link
https://www.savinopaolella.com/la_rivoluzione_tecnologica_e_di_mercato_e_in_atto_ma_pochi_la_notano-d6940

Share link on
CLOSE
loading